Diario di una Netflix Addicted.

Netflix è una droga per me e questa dipendenza è peggiorata da quando sono in Canada. Vuoi che ho molto più tempo libero e da passare in completa solitudine, vuoi che il catalogo di serie e film disponibili è molto più ampio… sta di fatto che sto diventando una pro del binge-watching. Perciò ho deciso di iniziare a mettere per iscritto qualche mia impresa da eroina dello streaming, senza alcuna pretesa da critica o esperta.

ARRESTED DEVELOPMENT

Si tratta di una serie del 2003 che, dopo essere stata interrotta nel 2006, è stata resuscita da Netflix nel 2013 con una quarta stagione di qualità decisamente inferiore rispetto alle prime tre.

Devono piacere le serie assurde, quelle caratterizzate da una comicità strana che lascia tra l’interdetto e il divertito. Quella comicità per quale ridete ma non sapete neanche perché lo state facendo.

Tutte le stagioni sono attraversate da una serie di inside-jokes che sono uno dei punti più distinguibili e riconoscibili della sit-com, nulla viene lasciato al caso. Ciò che ha fatto ridere una volta, prima o poi salterà fuori di nuovo. E la comicità è anche di basso livello moltissime volte, ma funziona!

La trama è semplice: l’azienda della famiglia Bluth fallisce e il figlio Michael, unica persona dotata di intelletto, cercherà in tutti i modi di risolvere la situazione. Davvero, questa è la trama. Tutto qui.

La caratteristica che rende diversa e originale la serie sono i suoi personaggi: la fiera dell’assurdo. Ognuno è caratterizzato in maniera perfetta e gli attori riescono a trasmettere perfettamente i disagi e i problemi di ciascuno. Si fa davvero in fretta ad affezionarsi alla loro stranezza, nonostante siano personaggi realmente assurdi e poco verosimili. Anche le situazioni narrata sono assurde, ogni cosa è esagerata al suo limite ma senza mai superare il confine del trash. E, secondo me, bisogna essere davvero bravi per riuscire a farlo. Il cast è di primissimo livello: Jason Bateman, Michael Cera, Jeffrey Tambor…Per non parlare della quantità di guest star che fanno la loro apparizione, aggiungendo davvero del carattere alla serie. Una su tutte una meravigliosa Charlize Theron nella terza stagione, che interpreta la ragazza di cui Michael Bluth si innamora; ma in Arrested Development nulla è come sembra 🙂

Il mio personaggio preferito è Tobias Funke, marito della sorella gemella di Michael. Dottore che scopre la passione per la recitazione e rimane disoccupato per tutte le stagioni della serie. Convinto che il suo matrimonio sia perfetto (Povero Tobias!) e con la strana fobia di rimanere completamente nudo. Probabilmente è il personaggio più assurdo dell’intera serie (oddio, questa è un’affermazione molto discutibile…), vive nel suo mondo semplice e blu. Non si può non amarlo.

P.S. La quinta stagione dovrebbe essere in arrivo su Netflix a breve, incrociamo le dita!

Annunci

Autore: aliceintotheworld

Alice. 27 anni. Italia. Netflix addicted. Animal lover. Archeologa. Disoccupata. Alla scoperta del mondo. Prima tappa: Canada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...